Traduci sito in:

itzh-CNenfrdejaptrues

btn PON 2014 2020

btn por

btn pubblicita legale

btn amministrazione trasparente

btn registro online

btn pnsd

testata scuola

Progetti

Al Progetto Unitario di Istituto "A scuola di parole", afferiscono i seguenti progetti, che si svolgono in orario curriculare e rientrano nel curricolo delle discipline, costituendo un completamento e un ampliamento dell’offerta formativa.

-PROGETTO CONTINUITA’ 

Il progetto mira all'acquisizione di competenze attraverso tappe progressive, per il conseguimento degli obiettivi trasversali, nell’ottica della verticalizzazione educativa e formativa.

Il progetto prevede la costruzione di percorsi didattici interdisciplinari, con attività che siano omogenee tra obiettivi dei campi d’esperienza e programmi della scuola primaria, e tra programmi della scuola primaria e programmi della scuola secondaria di primo grado (curricolo unitario di istituto).

Per la realizzazione del progetto s’intende costruire uno spazio pedagogico-didattico all’interno del quale realizzare attività-ponte che consentano agli alunni di sperimentare la cooperazione di compagni e docenti della scuola di grado successivo, sostenendo la motivazione all’apprendimento e alla scoperta per promuovere atteggiamenti positivi di reciprocità e apertura al cambiamento.

Nel presente anno scolastico, le attività di continuità saranno influenzate dall’emergenza sanitaria in atto e subiranno alcuni cambiamenti. Per la continuità scuola dell’infanzia/scuola primaria, si proporranno laboratori espressivi di lettura/narrazione basati su temi afferenti al progetto unitario d’istituto; tali temi/attività verranno poi ripresi e portati avanti dalle insegnanti di scuola dell’infanzia. Le metodologie che saranno utilizzate per gli interventi didattici saranno essenzialmente quelle dello storytelling e del circle time.

Per la continuità scuola primaria/scuola secondaria, gli incontri avverranno da remoto e saranno gli insegnati di scuola secondaria di primo grado ad attivare delle lezioni in modalità sincrona per gli alunni di quinta. Gli incontri saranno basati su brevi lezioni, visione di filmati e loro discussione, dibattiti per dare ai ragazzi risposte che possano soddisfare la loro curiosità circa la nuova scuola.

-GIORNALINO D’ISTITUTO

Il progetto Giornalino d’Istituto è un tassello importante per la continuità tra gli ordini di scuola, la visibilità del Progetto Unitario e di altre attività, il miglioramento della comunicazione e l’apertura della scuola al territorio, coerentemente con gli obiettivi didattico-educativi del PTOF.

Favorisce il dialogo con il territorio, inteso come ambiente e come sistema di relazioni sociali nel rispetto delle diversità, attraverso l’articolazione delle tematiche scelte per il progetto unitario, avendo sempre come obiettivo quello di essere uno “spazio aperto” per tutte le attività svolte con gli alunni in tutti i plessi dell’istituto.

-VETRINA DELLE ATTIVITA' – PAGINA ATTIVITA’ ALUNNI ALL'INTERNO DEL SITO

Il progetto intende “costruire” un percorso di potenzialità comunicativa in linea con l’ampliamento dell’offerta formativa attraverso uno spazio on line orientato alla condivisione di contenuti ed esperienze per il miglioramento di idee e strategie.

La vetrina delle attività permette di dare visibilità alle attività di alunni e insegnanti, incentivando il confronto e facilitando la comunicazione per sperimentare e valorizzare linguaggi e percorsi didattici innovativi, sostenere il raggiungimento di obiettivi condivisi, attraverso la messa in comune di strategie per la soluzione di situazioni problematiche, contribuire all’elaborazione di percorsi originali, in cui ogni classe possa riconoscere il suo apporto unico e “personale”.

-PROGETTO INTERCULTURA

Accoglienza degli alunni con particolare attenzione agli aspetti comunicativo-relazionali, educativo-didattici, di inserimento sociale e integrazione, attraverso laboratori tematici incentrati sul concetto di identità e formazione della persona.

ALLA RADICE DELLE NOSTRE RADICI: LA MATEMATICA NELLA STORIA E NELLA CULTURA

Un altro obiettivo fondamentale dell'azione pedagogica risiede nel fatto di ampliare gli orizzonti culturali lavorando profondamente sulla costruzione dell'identità e della persona e soprattutto sulla consapevolezza che la cultura nasce dalla storia dei popoli, degli incontri e dalle “migrazioni del sapere”.

La storia della matematica offre una grande opportunità in questo senso: è storia di popoli e culture che si incontrano, è storia di processi culturali che travalicano i confini. Studiando la storia della matematica si può comprendere come la matematica stessa sia collegata alla storia e alla cultura.

Il progetto mira a introdurre la storia delle matematiche all'interno del processo formativo e della didattica di tutte le classi: dalle sezioni dell'infanzia alla terza classe della scuola secondaria di primo grado. La finalità generale risiede nel fornire un'immagine della matematica come disciplina ancorata alla cultura e profondamente radicata nell'esperienza umana ponendosi come strumento per interpretare, vivere e leggere la realtà.

Sarà posta particolare attenzione agli aspetti speculativi e filosofici al fine di permettere ai bambini/ragazzi di accedere al significato profondo dei temi matematici. Non solo “far di conto”, quindi, ma strumento per riflettere su noi stessi e sul mondo. La storia della matematica sarà affrontata attraverso la lettura di libri di narrativa/albi per bambini. Tra le attività, in continuità con l'anno precedente sarà dato particolare rilievo alla mimesis e al linguaggio non verbale in quanto canali per comprendere intuitivamente alcuni concetti.

Gli argomenti trattati si collegheranno alla programmazione didattica non solo nell'ambito matematico ma anche per quanto riguarda le altre discipline. Il progetto si pone anche come un percorso di educazione alla lettura per sviluppare competenze trasversali.

Le finalità del progetto riguardano la visione della matematica, la scoperta del patrimonio culturale a esso collegato e la capacità di relazionarsi agli altri.

Possiamo riassumerle così:

-Fornire un'immagine della matematica come disciplina ancorata alla cultura e radicata nell'esperienza umana

-Motivare gli studenti allo studio della matematica

-Educare all’ascolto

-Educare alla riflessione e al confronto

-Educare alla costruzione di materiali condivisi

-Potenziare le competenze in ambito relazionale

-Potenziare le competenze nell'ambito dell'auto-monitoraggio e della motivazione

Tra gli obiettivi generali del percorso:

-Possedere un quadro generale del mondo nei numeri naturali

-Possedere un quadro generale riguardo gli enti geometrici fondamentali e le costruzioni conseguenti

-Costruire collettivamente una documentazione come memoria collettiva

-Organizzare i materiali prodotti secondo un criterio espositivo al fine della condivisione.

Il percorso verrà realizzato puntando sui linguaggi espressivi per costruire un ponte di fiducia sull'espressione e la comunicazione umana: un ambito in cui non ci sono solo le parole, o le parole in una sola lingua, ma nel quale convivono canali e modalità diverse.

Le metodologie utilizzate saranno: letture animate e drammatizzazione, esplorazioni coreutiche, matematica in movimento, mimesis, esplorazioni grafico-pittoriche manipolative, conversazioni guidate, esercizi pratici su aritmetica e geometria, esercizi di ricapitolazione e scrittura di un diario di bordo.

In allegato, la sintesi dell'offerta formativa del nostro Istituto Comprensivo per gli a.s. 2019/2022, il  nuovo Progetto Unitario "A SCUOLA DI PAROLE" e i quattro macroprogetti trasversali a tutto l'Istituto che contribuiscono a rafforzarne identità e unità, attraverso l'attuazione di una rete di attività che permettano di fare, disfare e rifare conoscenza portando avanti la voglia di conoscere, esprimersi e collaborare e in grado di promuovere curiosità, motivazione, fantasia, esperienze, dialogo, creatività, ricerca individuale e collettiva. 

Al Progetto Unitario di Istituto "A scuola di parole", afferiscono i seguenti progetti, che si svolgono in orario curriculare e rientrano nel curricolo delle discipline, costituendo un completamento e un ampliamento dell’offerta formativa.

-PROGETTO CONTINUITA’ 

Il progetto mira all'acquisizione di competenze attraverso tappe progressive, per il conseguimento degli obiettivi trasversali, nell’ottica della verticalizzazione educativa e formativa.

Il progetto prevede la costruzione di percorsi didattici interdisciplinari, con attività che siano omogenee tra obiettivi dei campi d’esperienza e programmi della scuola primaria, e tra programmi della scuola primaria e programmi della scuola secondaria di primo grado (curricolo unitario di istituto).

Per la realizzazione del progetto s’intende costruire uno spazio pedagogico-didattico all’interno del quale realizzare attività-ponte che consentano agli alunni di sperimentare la cooperazione di compagni e docenti della scuola di grado successivo, sostenendo la motivazione all’apprendimento e alla scoperta per promuovere atteggiamenti positivi di reciprocità e apertura al cambiamento.

-GIORNALINO D’ISTITUTO

Il progetto Giornalino d’Istituto è un tassello importante per la continuità tra gli ordini di scuola, la visibilità del Progetto Unitario e di altre attività, il miglioramento della comunicazione e l’apertura della scuola al territorio, coerentemente con gli obiettivi didattico-educativi del PTOF.

Favorisce il dialogo con il territorio, inteso come ambiente e come sistema di relazioni sociali nel rispetto delle diversità, attraverso l’articolazione delle tematiche scelte per il progetto unitario, avendo sempre come obiettivo quello di essere uno “spazio aperto” per tutte le attività svolte con gli alunni in tutti i plessi dell’istituto.

-VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

Il progetto intende “costruire” un percorso di potenzialità comunicativa in linea con l’ampliamento dell’offerta formativa attraverso uno spazio on line orientato alla condivisione di contenuti ed esperienze per il miglioramento di idee e strategie.

La vetrina delle attività permette di dare visibilità alle attività di alunni e insegnanti, incentivando il confronto e facilitando la comunicazione per sperimentare e valorizzare linguaggi e percorsi didattici innovativi, sostenere il raggiungimento di obiettivi condivisi, attraverso la messa in comune di strategie per la soluzione di situazioni problematiche, contribuire all’elaborazione di percorsi originali, in cui ogni classe possa riconoscere il suo apporto unico e “personale”.

-PROGETTO INTERCULTURA

Accoglienza degli alunni con particolare attenzione agli aspetti comunicativo-relazionali, educativo-didattici, di inserimento sociale e integrazione, attraverso laboratori tematici incentrati sul concetto di identità e formazione della persona.

-“RITORNO SUI BANCHI DI SCUOLA: PASSATO E PRESENTE SI INCONTRANO”. PROGETTO PER UN LABORATORIO STORICO/ARCHIVISTICO

Presso la Scuola primaria Garibaldi è custodito l’Archivio Scolastico che conserva i registri delle classi dal 1930 al 1967. I registri contengono informazioni preziose per la ricostruzione della vita scolastica di quegli anni, in particolare del periodo della guerra e del dopoguerra. Accanto ai documenti scolastici presenti in Archivio, si rivelano importanti i ricordi di coloro che hanno frequentato la Scuola Garibaldi, ex alunni, ma anche insegnanti che vi hanno lavorato. Tali ricordi spesso confermano e avvalorano le annotazioni contenute nei registri specie nella parte relativa alla Cronaca di classe, e danno impulso alla ricerca sulla memoria della scuola in più direzioni: didattica, storica, sociologica, antropologica. Assumono particolare rilievo anche altri documenti che spesso i visitatori dell’Archivio, in particolare ex alunni, o figli di insegnanti della Scuola Garibaldi, portano in visione: pagelle, elaborati scolastici, testi scolastici, foto, riviste, che vanno ad arricchire il patrimonio documentario già presente in Archivio. La presenza dell’Archivio presso il plesso scolastico di scuola primaria, ed il ritorno di ex alunni ed insegnanti desiderosi di ritrovare la memoria del proprio vissuto scolastico, offrono una preziosa opportunità agli studenti di oggi: scoprire una scuola ed un quartiere molto diversi dagli attuali, attraverso l’incontro con i testimoni del passato e l’ascolto delle loro testimonianze. Lo studio da parte degli studenti dei documenti presenti in Archivio viene integrato dal confronto diretto con i testimoni. Passato e presente si incontrano in uno scambio generazionale, una sorta di passaggio del testimone, che vede coinvolti attivamente alunni di ieri ed alunni di oggi, in una trasmissione della memoria che annulla, per il tempo di una mattinata scolastica, differenze di età e di cultura, e che arricchisce entrambe le generazioni di studenti.

Finalità del progetto

Lo sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza attraverso:

-restituzione al quartiere di un patrimonio, quello dell’Archivio Scolastico della Scuola Garibaldi e delle memorie ad esso collegate, che prima ancora che della Scuola è della città;

-promozione di pratiche di cittadinanza attiva: la scuola ed i suoi alunni esercitano una funzione di custodia, di conservazione, di trasmissione e di rigenerazione della memoria di un luogo e di un periodo storico, quello compreso tra le due guerre ed il dopoguerra, per la costruzione di una città-civiltà democratica;

-acquisizione delle competenze relative agli strumenti della ricerca storica: analisi di fonti e documenti scritti, confronto con le fonti orali, rielaborazione critica.

-MIMESIS LAB

Ricerca e sperimentazione che investiga la fenomenologia dell'esprimersi umano per individuarne i principi e formulare proposte di pratiche educative.

Collegamento con il Progetto intercultura dell’Istituto:

Per avviare un percorso interculturale è necessario lavorare sulla formazione della persona, riflettere su se stessi, riflettere sulla propria personalità, sull'incontro con l'altro, sulle aspettative e sulle prospettive di relazione.

Per affrontare questi temi, in una prima fase, ci si propone di allenare e potenziare il linguaggio non verbale e, precisamente, la capacità di mimesis. Mimesis significa assimilazione, rendersi simili, esercitare la volontà di mettersi nei panni dell'altro, per comprendere e capire. Il percorso prevede laboratori di espressione corporea e di movimento-danza.

Il linguaggio non verbale rappresenta, quindi, un potente strumento di conoscenza di se stessi e dell'altro ma anche uno strumento privilegiato per creare una relazione, per aprirsi ad una nuova realtà per iniziare a conoscere: risulta quindi un tappa fondamentale per lo sviluppo della persona sia per i bambini/ragazzi italofoni e non

I temi del libro proposto per questo lavoro (“Piccolo blu, piccolo giallo” di Leo Lionni) saranno utilizzati per sviluppare laboratori di movimento/espressione corporea guidati dai membri componenti del laboratorio permanente di Pedagogia dell'Espressione “Mimesis Lab”, Università di Roma Tre, Dipartimento di Scienze della Formazione, anche in collaborazione con altre associazioni. Ci sarà anche la possibilità di visionare uno spettacolo ispirato al libro.

Finalità generali del progetto sono:

  • • educare all'ascolto e incrementare le competenze affettivo-relazionali, la capacità di mimesis, il rispecchiamento, l'empatia, la capacità di riconoscere i propri bisogni e di riconoscersi come persona
  • • incrementare le competenze motorie: autocontrollo, modulazione e coordinazione
  • • potenziare la capacità di ascoltare gli altri
  • • incrementare le competenze linguistiche
  • • incrementare le competenze riguardanti l'autonomia sociale: la capacità di esprimere i propri bisogni, le proprie emozioni e i propri pensieri
  • • incrementare le competenze decisionali e organizzative

-LABORATORIO DI RICICLO CREATIVO CON MOSTRA MERCATO

Il progetto/laboratorio si propone di organizzare attività per promuovere l’acquisizione di una coscienza ecologica, attraverso la pratica del riciclo e del riutilizzo creativo di materiali di recupero, stimolando la creatività e la fantasia dei bambini, promuovendo il rispetto per l’ambiente e l’acquisizione di comportamenti corretti in materia di raccolta differenziata, oltre a stimolarne le capacità manipolative.

Gli oggetti realizzati e tutte le forme di laboratorio, convergeranno nelle mostre mercato di dicembre ed eventualmente di fine anno, realizzate nei due plessi di scuola primaria di via Mondovì e via Bobbio.

-L’ORTO A SCUOLA

Il progetto, aperto a tutte le classi della scuola primaria, ha lo scopo di rendere l’orto scolastico uno spazio vissuto dai bambini, promuovendo l’acquisizione di buone pratiche e di stili di vita sostenibili in relazione all’ambiente, la cura del bene comune, l’attenzione ad una sana alimentazione.
Il progetto prevede l’approfondimento di temi legati alla programmazione curricolare, in particolare storia, geografia, scienze, attraverso attività di studio in classe e di pratica nell’orto. Il progetto favorisce una didattica inclusiva, attenta al rispetto e all’integrazione, alle diversità e al loro riconoscimento.

-BIBLIOTECANDO

Il progetto, aperto a tutte e classi della scuola primaria, si pone come finalità, quella di sostenere nel bambino l’abitudine ed il piacere di leggere, attraverso una costante frequentazione della biblioteca, consentendo di:

affinare il metodo della ricerca sia in formato cartaceo che digitale;
rendere familiari le pratiche della consultazione e del prestito;
promuovere atteggiamenti di tutela e di rispetto del libro imparando a condividere e a conservare intatto il patrimonio scolastico.

Oltre alla consultazione e al prestito, il progetto prevede l’utilizzo della biblioteca per letture animate, laboratori di scrittura creativa, costruzione di libri cartacei e digitali, partecipazione a concorsi ed iniziative volte a promuovere la passione della lettura e a valorizzare la biblioteca scolastica e il suo patrimonio librario, la collaborazione con le librerie e le biblioteche del quartiere.

-A SCUOLA DI SOLIDARIETA’

Progetto in collaborazione con la comunità di S. Egidio, rivolto alle classi quarte e quinte. Prevede una esperienza di collaborazione attiva da parte di ogni gruppo classe presso la casa della comunità di via Astura, nella preparazione della cena per i senza fissa dimora. Il percorso continua con un resoconto dell’esperienza attraverso disegni, riflessioni scritte, cartelloni, da presentare ai genitori nelle giornate di visibilità di fine anno. Finalità dell’iniziativa è promuovere la solidarietà e la compartecipazione alla situazione di disagio di persone in difficoltà, il clima di amicizia e lo spirito di collaborazione nella classe attraverso un’attività cooperativa e il superamento di pregiudizi.

-LABORATORIO SCIENTIFICO

Per la costruzione di percorsi didattici che collochino il bambino al centro del processo formativo e lo rendano soggetto attivo, risulta fondamentale predisporre strumenti di ricerca e costruire contesti che facilitino, supportino e stimolino le sue capacità logiche, di osservazione, analisi e deduzione, secondo il modello del metodo scientifico. Pertanto la scuola primaria propone lo studio delle scienze naturali attraverso una didattica laboratoriale. A tal fine ha predisposto uno spazio dedicato, un “laboratorio”, nel quale gli alunni possano sperimentare concretamente, attraverso l’uso di strumenti specifici, i fenomeni naturali. Il corredo del laboratorio è costituito da una strumentazione di base utile per l’osservazione e la realizzazione di esperimenti relativi al curricolo delle scienze, dalla classe prima alla classe quinta della scuola primaria, a disposizione di entrambi i plessi. “La gioia nell’ osservare e nel comprendere è il dono più grande della natura” (Albert Einstein).

-RE E REGINE TRA I BANCHI DI SCUOLA

Il gioco degli scacchi, in equilibrio tra scienza e arte, gioco e sport, è un’attività che si adatta a persone di tutte le età e di qualunque formazione culturale. Il linguaggio degli scacchi favorisce l’interazione sociale perché pone il soggetto di fronte alla necessità di tenere conto del punto di vista dell’altro. Il bambino tende a considerare il proprio punto di vista, unica possibilità per raggiungere un determinato scopo. In una partita a scacchi impara a tenere conto dell’altro perché a ogni sua mossa corrisponde la contromossa dell’avversario. Questo contribuisce a superare anche ogni barriera linguistica, culturale e religiosa. Considerati all’interno delle scuole come materia extracurricolare, da qualche anno, grazie anche alla spinta del MIUR e della Federazione Scacchistica Italiana, gli scacchi vengono proposti anche in orario curricolare. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha stipulato con la FSI un protocollo d’intesa volto a diffondere i valori dello sport veicolati dalla disciplina degli scacchi. L’apprendimento della tecnica elementare del gioco rappresenta uno strumento che facilita la maturazione del bambino favorendo la crescita delle sue facoltà logiche, divertendolo nello stesso tempo. Il progetto in questione propone, attraverso il gioco, di sviluppare le capacità di intuizione e previsione, concentrazione, memoria e progettazione. Favorisce i processi di socializzazione, sviluppa capacità di collaborazione e partecipazione nel rispetto delle regole della convivenza democratica. Rafforza l’autostima, favorisce l’apprendimento perché sviluppa le attitudini di base: astrazione, concentrazione, strategia, tenacia, creatività. Obiettivi specifici del progetto sono:

Sviluppare il senso di riflessione e il senso critico

Imparare che la soluzione di un problema può prevedere strategie diverse

Sviluppare il pensiero computazionale attraverso la pianificazione strategico-tattica e l’esecuzione tecnica sulla scacchiera

Trasferire i riferimenti topologici dalla scacchiera alla cartina geografica

Il progetto è realizzato da insegnanti esperti e qualificati, trattandosi di Istruttori Federali della Federazione Scacchistica Italiana.

-IL MONDO E' UN GRAN TEATRO

Perché il teatro nelle scuole?

Il teatro, come percorso didattico nell’orario curriculare, è mezzo importante perché libera il corpo dal banco e restituisce alla mente del bambino la possibilità di pensare, immaginare e progettare in azione. Il teatro, oltre ad avvalersi dell'aspetto ludico, in ambito scolastico opera nei gruppi-classe divenendo ottimo strumento per educare gli uomini del domani nell'affrontare regole e responsabilità, conoscere tempi e spazi in azione, gestire e scoprire le emozioni e apprendere il proprio ruolo all'interno del gruppo nel rispetto dell'inclusione di tutti i componenti.

Obiettivi

La didattica de “Il Mondo è un Gran Teatro” non ha il solo scopo della recita finale ma quello di voler maturare nel bambino la consapevolezza e l'affermazione del suo Io e dei suoi sentimenti in rapporto al mondo e al gruppo in cui agisce, per favorire lo sviluppo delle potenzialità e delle competenze personali e sociali.

I bambini sapranno costruire e relazionarsi con il palcoscenico, animando uno spettacolo-creazione alla fine del percorso, utilizzando come strumenti le diverse forme espressive che convivono nel teatro (testo–musica–recitazione).

Il teatro è disciplina trasversale con i suoi diversi componenti, quindi potrà affiancare e supportare tutti gli insegnamenti, presenti nella scuola primaria.

I docenti referenti del progetto insieme all’esperto teatrale decideranno quale tematiche e percorsi saranno più idonei alla classe partecipante.

-TRE CIVETTE SUL COMO'

Nella scuola primaria, tappa fondamentale nella crescita di ognuno di noi, il teatro assume una grande importanza perché permette agli insegnanti di svolgere un percorso interdisciplinare nel quale possono essere coinvolti i vari ambiti del sapere: la Lingua Italiana o Straniera, l’Educazione Artistica, la Storia, la Geografia, ma soprattutto la Comunicazione, l’Educazione Motoria e Musicale. Obiettivo del progetto è quello di dare ai bambini la possibilità di esprimersi e sperimentare, attraverso un processo creativo che coinvolge i sensi e le emozioni e permette di entrare in relazione con se stessi e con gli altri in modo più consapevole, completo.

Con i più piccoli l’approccio al teatro, è prevalentemente di tipo globale ed istintivo. Si cerca cioè di far emergere, valorizzare e gestire quelle condotte che il bambino mette in atto naturalmente. Questo attraverso il gioco del “far finta”, che è un momento fondamentale di crescita e maturità. Il lavoro si concentra su una storia legata ad un’unica tematica che, all’inizio dell’anno scolastico, sarà scelta compatibilmente con le offerte formative della scuola.

Con i bambini più grandi si approfondisce la grammatica teatrale, mediante la tecnica e l’improvvisazione teatrale. Ogni bambino potrà costruirsi il proprio personaggio in base alle sue esigenze personali, scoprendo capacità che in situazioni normali non emergerebbero.

Il programma del Laboratorio seguirà il Progetto Unitario dell'Istituto sul tema della memoria, la difesa dell’ambiente e la relazione con esso, il riciclo e le buone pratiche per stimolare i bambini ad un nuovo stile di vita che li aiuti a vivere meglio il presente e che li accompagni a costruire un futuro migliore in sintonia con l’ambiente e grazie alla conoscenza della storia e della memoria. I bambini scoprono il mondo magico del teatro attraverso la fantasia e l’immaginazione, dove ogni oggetto si trasforma e prende un nuovo significato grazie al mimo e alla parola.

-SCIENZIMPRESA

ScienzImpresa, ufficialmente riconosciuta dall’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, nasce con la finalità di diffondere la cultura e le attività di ricerca, studio e formazione. Ha sempre prestato una forte attenzione al tema della divulgazione scientifica portando il progetto “La Scienza intorno a voi!” nelle scuole. Offre numerosi corsi che prevedono una prima parte teorica e una seconda parte prettamente laboratoriale in cui i piccoli scienziati dovranno cimentarsi con esperimenti e attività manuali. Obiettivo principale di tutti i corsi è fornire agli studenti gli strumenti conoscitivi necessari ad acquisire proprietà di linguaggio e capacità di analisi delle tematiche scientifiche affrontate, prestando specifica attenzione al ragionamento scientifico.
Grazie all’utilizzo di presentazioni multimediali, esperimenti e materiale didattico progettato e realizzato appositamente per ogni lezione, i ragazzi avranno modo di vivere un’esperienza unica e irripetibile!

Il progetto si propone di presentare la Scienza nelle scuole in modo più accattivante e coinvolgente, con un metodo alternativo e complementare alla didattica curricolare, basato sulle attività di laboratorio. Gli studenti vengono introdotti nel mondo della Scienza con un metodo che, a partire dalle conoscenze teoriche, porta i partecipanti a sperimentare direttamente i fenomeni naturali, acquisendo un metodo di studio utile nei successivi livelli d'istruzione. Durante il corso vengono apprese conoscenze teoriche di base e si sviluppano competenze legate al metodo scientifico. 

-MAGIA DELL'OPERA

L'AMICIZIA E GLI AMORI DI QUATTRO RAGAZZI SCAPESTRATI NELL'OPERA PIÙ ROMANTICA DELLA STORIA. LA BOHÈME COME MOMENTO DI CRESCITA PERSONALE

La Bohème è un capolavoro senza tempo che per sua natura si presta a diversi livelli di

fruizione e coinvolgimento a seconda dell'età degli allievi e che contribuisce a svilupparne nel profondo la sensibilità e l'intelligenza emotiva.

Non si è mai troppo piccoli per scoprirne la bellezza, per farsi emozionare dalla sua musica e appassionarsi ai sogni di quattro amici per la pelle, ridere delle loro allegre bricconate e innamorarsi di Mimì e Musetta tra baci, abbracci, lacrime e dispetti.

Magia dell’Opera ® 2020 non è solo l'opportunità di conoscere un capolavoro ma è anche un viaggio dell'anima nei sentimenti dell'amicizia e dell'amore. Agli insegnanti offre gli strumenti per guidare la classe nel percorso e agli allievi un'esperienza in cui potranno riconoscersi e identificarsi nelle allegre buffonate e nei profondi affetti dei personaggi.

Potranno vivere l'emozione di cantare le melodie immortali di Puccini ridere, commuoversi, innamorarsi e soffrire condividendo le vicende dei quattro sognatori bohèmien e delle loro ragazze.

Magia dell’Opera ® si propone di avvicinare le nuove generazioni all’opera lirica, una delle espressioni più alte del nostro patrimonio culturale e della nostra identità.

Obiettivi

-Offrire alla Scuola un percorso conoscitivo che valorizza il potenziale educativo dell’opera come scuola dei sentimenti e delle emozioni il cui valore formativo non si limita alle competenze specialistiche ma si estende alla sfera generale dell’educazione dei giovani e alla crescita armonica della loro personalità.

-Offrire ai docenti una formazione di base sulla didattica dell'opera lirica.

-Offrire ai giovanissimi un coinvolgente percorso didattico in cui imparano a conoscere l'opera attraverso attività ludiche, di socializzazione e inclusione si appropriano dei suoi

linguaggi, poetico, musicale e scenico, sviluppano la sensibilità e l'ascolto attivo empatico, esperimentano la propria capacità espressiva e creatività.

La metodologia didattica è caratterizzata da un approccio a misura di bambino che stimola la partecipazione attiva e favorisce l'apprendimento naturale attraverso il “gioco” e il “fare”. L’allievo si appropria della trama e dei linguaggi dell'opera. Il bagaglio di conoscenze acquisite nel percorso si traduce in un'emozionante esperienza nella tappa finale in cui assiste e partecipa alla rappresentazione dell'opera in teatro.

-SCUOLA INCANTO

Metodo didattico per l’apprendimento dell’opera lirica per Studenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado.

Quest’anno, “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizzetti

Al termine dei seminari propedeutici a loro dedicati, gli insegnanti vengono supportati dall’aiuto di Europa InCanto che terrà i laboratori di canto nelle classi.

Il percorso di Scuola InCanto coinvolge con entusiasmo e semplicità gli alunni grazie al suo metodo didattico: momenti giocosi e divertenti sono infatti capaci di introdurli allo studio del canto in maniera stimolante, accompagnandoli e appassionandoli al mondo dell’opera lirica.

Terminato il percorso formativo in aula gli studenti partecipano attivamente al laboratorio/spettacolo finale, che permette una fruizione agile e divertente del melodramma, indossando i costumi da loro stessi realizzati, in un vero Teatro. Un’esperienza unica in cui gli alunni sono coinvolti nella messinscena dell'Opera.

-FUN TASTIC English. Divertirsi imparando la pronuncia Inglese

E’ un progetto didattico per la scuola primaria che si propone di far familiarizzare i bambini con la pratica della pronuncia inglese. L’operatore si pone come strumento di approfondimento del lavoro già svolto dall’insegnante in classe.

Finalità: Animare la curiosità degli studenti, permettendo loro di sentirsi sicuri nella comprensione ed espressione parlata della lingua inglese.

Metodologia: Per far familiarizzare i bambini con la pronuncia, Fun tastic English utilizzerà un approccio giocoso e divertente. L’operatore coinvolgerà i bambini, attraverso la mimesis e l’interpretazione in giochi di ruolo. Partendo dal modello di insegnamento di John Peter Sloan, l’apprendimento diverrà un gioco in cui il bambino sarà autonomo nel riprodurre i suoni in totale libertà e rilassatezza. Sono previste attività in squadra e in coppia, per accrescere il senso di cooperazione e di gruppo.

 

-ALT ACADEMY

POTENZIAMENTO LINGUA INGLESE

Tale progetto prevede un percorso di potenziamento linguistico e mira allo sviluppo delle abilità orali e scritte. Si propone di: 

-creare un ambiente reale di comunicazione, tramite la presenza dell’insegnante madrelingua, esperienza che va oltre le simulazioni generalmente proposte in classe. Tale attività può essere un modo efficace per motivare e stimolare i ragazzi allo studio delle lingue straniere. 

-sviluppare le abilità di comprensione e di produzione della lingua orale e scritta, avviando gli allievi all’acquisizione di fluenza espositiva. 

-acquisire elementi di fonologia, ritmo accento e intonazione.

Metodologia 

Consolidamento e sviluppo delle quattro abilità linguistiche, attraverso esercizi di vario tipo tratti da materiale specifico come supporti audio per far esercitare gli allievi. 

LABORATORIO TEATRALE IN INGLESE

Il progetto ha la possibilità di proporre ai bambini l’esperienza di creare, sviluppare e far vivere un vero e proprio spettacolo teatrale, studiato, provato e realizzato nella lingua prescelta. Viene utilizzata l’esperienza teatrale come veicolo di comunicazione, di aggregazione, divertimento e formazione dello spirito di gruppo e la lingua straniera come unica via di comunicazione, sdoganata dalle sole regole grammaticali e adoperata nella sua valenza di utilizzo quotidiano, vivo e ricco di intonazioni. Vengono utilizzati giochi di improvvisazione, esercizi di interazione e creatività, drammatizzazioni e caratterizzazioni che aiutano i bambini a mettersi in gioco.

-WI FI ROBOTICS LABS

Progetto per l’attivazione di laboratori di Robotica Educativa

La robotica educativa sta prendendo sempre più piede nella scuola italiana. La chiave del successo sta nel poter far apprendere agli studenti competenze fondamentali come problem solving, creatività, matematica, pensiero laterale, pensiero computazionale, lavoro in team. Il grande vantaggio è che le attività didattiche vengono percepite dai ragazzi come un gioco, mantenendo inalterata l’attenzione e l’impegno durante l’intera lezione. È un’attività che permette l’inclusione di tutti gli alunni.

I bambini che oggi frequentano la scuola primaria si troveranno a svolgere dei mestieri che oggi non esistono. In questa prospettiva la robotica educativa è una delle discipline emergenti in ambito scolastico ed educativo per stimolare negli studenti la curiosità verso l’innovazione. Le attività proposte sono indicate per stimolare negli studenti logica, comunicazione, curiosità, collaborazione.

-PROGETTO PER L’INSEGNAMENTO DELLA COMUNICAZIONE NONVIOLENTA (CNV) NELLE SCUOLE

La cnv è una tecnica comunicativa che permette di essere compresi e compren­dere gli altri, entrare in contatto con se stessi in modo molto profondo. Il presupposto è che all’origine di qualsiasi compor­tamento ci siano dei sentimenti che traggono a loro volta origine da bisogni, soddisfatti (per sentimenti positivi) o insoddisfatti (per quelli negativi). Spesso è difficile dare un nome a questi sentimenti o entrare in contatto con alcuni bisogni. In occasione di un conflitto, quindi, siamo portati ad attribuire agli altri la responsabilità di ciò che provia­mo e a reagire con aggressività. Questo crea il presupposto per un mondo in cui la sopraffazione è vista come l’unica strada per raggiungere lo scopo.

Da molti anni il Center for Nonviolent Communication, attraverso i propri insegnanti certificati, contribuisce a promuovere una trasformazione sociale nel pensiero, nel lin­guaggio e nell’azione. La diffusione della cnv sta dimostrando che è possibile per gli esseri umani relazionarsi gli uni con gli altri attraverso una “dan­za comunicativa” basata sul rispetto, l’empatia e la comprensione reciproci.

Le tecniche comunicative della cnv aiutano a entrare in contatto con se stessi e con gli altri, a intercettare ed esprimere sentimenti e bisogni, stabilire collegamenti em­patici.

Le tecniche si basano su quattro punti che facilitano l’espressione e l’ascolto:

l’osservazione oggettiva dei fatti, esente da qualsiasi forma di giudizio;

l’espressione dei sentimenti, che permette di fare chiarezza;

il riconoscimento dei bisogni che sono alla base di tali sentimenti;

l’espressione di richieste nel presente, precise e concrete

Al Progetto Unitario di Istituto "A scuola di parole", afferiscono i seguenti progetti, che si svolgono in orario curriculare e rientrano nel curricolo delle discipline, costituendo un completamento e un ampliamento dell’offerta formativa.

-PROGETTO CONTINUITA’ 

-GIORNALINO D’ISTITUTO

-VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

-TRE CIVETTE SUL COMO’

-PROGETTO INTERCULTURA

-NUOVA CONSONANZA

Nuova Consonanza si propone di produrre e divulgare le musiche contemporanee al fine di garantire una presenza rilevante di queste nel mondo della musica e della cultura, proponendo delle occasioni di incontro tra le generazioni di compositori e valorizzando la nuova musica. Essa si propone di aumentare la visibilità del repertorio musicale e performativo del presente attraverso dibattiti, manifestazioni musicali e multimediali, convegni, lezioni, seminari didattici, laboratori per le scuole.

Al Progetto Unitario di Istituto "A scuola di parole", afferiscono i seguenti progetti, che si svolgono in orario curriculare e non, e rientrano nel curricolo delle discipline, costituendo un completamento e un ampliamento dell’offerta formativa.

-PROGETTO CONTINUITA’ 

-GIORNALINO D’ISTITUTO

-VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

-PROGETTO INTERCULTURA

-PROGETTO DI ARCHEOLOGIA

QUEST'ANNO SPERIMENTIAMO... Per non sovraccaricarci di impegni che, alla fine, possono anche diventar noiosi, propongo un progetto di Archeologia alternativo: invece di un corso in sede, ho pensato a un programma di visite guidate vicino a casa, di sabato mattina, almeno una volta al mese. Viene chi vuole, genitori e nonni compresi! Pensavo di cominciare da S. Clemente per spiegare i livelli stratigrafici e continuare sotto Natale con i Mitrei .... Se si dovesse creare un bel gruppo, già questo sarebbe di grande soddisfazione! Vi aspetto! Maria Beatrice Centonze.

 -RI-CREABILMENTE

Il progetto “Ri-creabilmente” ha come obiettivo quello di realizzare oggetti di largo consumo partendo dal riuso e dal riciclo di materiali differenti al fine di trasformare il rifiuto in una risorsa.
L’attività intende sviluppare nei ragazzi la capacità di pianificare ed organizzare un lavoro e le sue fasi, sviluppare la collaborazione tra i compagni, far conoscere agli alunni realtà formative che potrebbero diventare in futuro esperienze lavorative, accrescere l’autostima recuperando un interesse per alunni demotivati allo studio.
Tutti gli oggetti prodotti dai ragazzi vengono poi presentati nei mercatini scolastici di Natale e di fine anno.

-LABORATORIO MUSICALE

Il progetto “Laboratorio Musicale” consiste in esercitazioni strumentali di musica d'insieme che prevedono le esibizioni pubbliche delle varie scolaresche in diversi momenti dell'anno scolastico. Tra gli obiettivi, l’accoglienza musicale delle matricole entranti il primo giorno di scuola e le lezioni aperte ai genitori degli alunni di tutte le classi nel laboratorio musicale.

Contenuti del progetto lo studio ed esecuzione strumentale di repertorio moderno e classico, incentivando soprattutto l'ascolto e riproduzione della musica ascoltata dai ragazzi nel loro quotidiano, creando un aggancio reale e consapevole alla loro realtà musicale "generazionale".

-PROGETTO BIBLIOTECA

Progetto biblioteca per avvicinare ad una lettura attiva e consapevole.

-LINGUE STRANIERE (tedesco, inglese, francese, spagnolo) LATINO MATEMATICA

Progetti di potenziamento delle materie sopraindicate.

-PROGETTI SPORTIVI

E’ prevista la partecipazione degli alunni a maratone, corse, tornei, meeting attraverso il coinvolgimento di giornalisti sportivi e campioni, associazioni: Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, Federazione Italiana Pallavolo, Federazione Italiana Atletica Leggera, Club Atletico Centrale.

I progetti in questione hanno come obiettivo principale il praticare attivamente i valori sportivi come modalità di relazione quotidiana e di rispetto delle regole, la capacità di integrarsi nel gruppo, di assumere responsabilità e di impegnarsi nel bene comune, gestire in modo consapevole le situazioni competitive e affrontare situazioni che favoriscano processi di crescita fisica, psicologica, emotiva e sociale.

-PROGETTO PER L’INSEGNAMENTO DELLA COMUNICAZIONE NONVIOLENTA (CNV) NELLE SCUOLE

Tutti i plessi dell'Istituto aderiscono al Progetto Unitario 2018/2019

"COSTRUIRE IL FUTURO A PARTIRE DALLA MEMORIA"

Il nostro Istituto Comprensivo è costituito da più plessi collocati in diversi quartieri, ma la sua offerta formativa si concretizza attraverso la realizzazione di quattro macro progetti trasversali a tutto l’Istituto che prevedono l’attuazione di una rete di attività che permettano di fare, disfare e rifare conoscenza portando avanti la voglia di conoscere, esprimersi e collaborare.

I nostri progetti

PROGETTO UNITARIO
PROGETTO CONTINUITA’
GIORNALINO D’ISTITUTO
VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

Allegati:
Scarica questo file (prog unit 18-19 ptof.pdf)prog unit 18-19 ptof.pdf[ ]587 kB

Al Progetto Unitario di Istituto "Costruire il futuro a partire dalla memoria", afferiscono i seguenti progetti, che si svolgono in orario curriculare e rientrano nel curricolo delle discipline, costituendo un completamento ed un ampliamento dell’offerta formativa.

PROGETTO CONTINUITA’ 

Il progetto mira all'acquisizione di competenze attraverso tappe progressive, per il conseguimento degli obiettivi trasversali, nell’ottica della verticalizzazione educativa e formativa.

Il progetto prevede la costruzione di percorsi didattici interdisciplinari, con attività che siano omogenee tra obiettivi dei campi d’esperienza e programmi della scuola primaria, e tra programmi della scuola primaria e programmi della scuola secondaria di primo grado (curricolo unitario di istituto).

Per la realizzazione del progetto s’intende costruire uno spazio pedagogico-didattico all’interno del quale realizzare attività-ponte che consentano agli alunni di sperimentare la cooperazione di compagni e docenti della scuola di grado successivo, sostenendo la motivazione all’apprendimento e alla scoperta per promuovere atteggiamenti positivi di reciprocità e apertura al cambiamento.

GIORNALINO D’ISTITUTO

Il progetto giornalino d’istituto è un tassello importante per la continuità tra gli ordini di scuola, la visibilità del Progetto Unitario e di altre attività, il miglioramento della comunicazione e l’apertura della scuola al territorio, coerentemente con gli obiettivi didattico-educativi del P.t.o.f.

Favorisce il dialogo con il territorio, inteso come ambiente e come sistema di relazioni sociali nel rispetto delle diversità, attraverso l’articolazione delle tematiche scelte per il progetto unitario, avendo sempre come obiettivo quello di essere uno “spazio aperto” per tutte le attività svolte con gli alunni in tutti i plessi dell’istituto.

VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

Il progetto intende “costruire” un percorso di potenzialità comunicativa in linea con l’ampliamento dell’offerta formativa attraverso la strutturazione di uno spazio on line tematico per la didattica, orientato alla condivisione di contenuti ed esperienze per il miglioramento di idee e strategie.

Il progetto permette di dare visibilità alle attività di alunni e insegnanti, facilitando la comunicazione con le diverse realtà scolastiche dell’istituto, valorizzare percorsi didattici innovativi, sostenere il raggiungimento di obiettivi condivisi, attraverso la messa in comune di strategie per la soluzione di situazioni problematiche,contribuire all’elaborazione di percorsi originali, in cui ogni classe possa riconoscere il suo apporto unico e “personale”.

LABORATORIO DI RICICLO CREATIVO CON MOSTRA MERCATO

Il progetto/laboratorio si propone di organizzare attività per promuovere l’acquisizione di una coscienza ecologica, attraverso la pratica del riciclo e del riutilizzo creativo di materiali di recupero, stimolando la creatività e la fantasia dei bambini, promuovendo il rispetto per l’ambiente e l’acquisizione di comportamenti corretti in materia di raccolta differenziata, oltre a stimolarne le capacità manipolative.

Gli oggetti realizzati e tutte le forme di laboratorio, convergeranno nelle mostre mercato di dicembre ed eventualmente di fine anno, realizzate nei due plessi di scuola primaria di via Mondovì e via Bobbio.

L’ORTO A SCUOLA

Il progetto, aperto a tutte le classi della scuola primaria, ha lo scopo di rendere l’orto scolastico uno spazio vissuto dai bambini, promuovendo l’acquisizione di buone pratiche e di stili di vita sostenibili in relazione all’ ambiente, la cura del bene comune, l’attenzione ad una sana alimentazione.
Il progetto prevede l’approfondimento di temi legati alla programmazione curricolare, in particolare storia, geografia, scienze, attraverso attività di studio in classe e di pratica nell’ orto. Il progetto favorisce una didattica inclusiva, attenta al rispetto e all’integrazione, alle diversità e al loro riconoscimento.

BIBLIOTECANDO

Il progetto, aperto a tutte e classi della scuola primaria, si pone come finalità, quella di sostenere nel bambino l’abitudine ed il piacere di leggere, attraverso una costante frequentazione della biblioteca, consentendo di:

affinare il metodo della ricerca sia in formato cartaceo che digitale;
rendere familiari le pratiche della consultazione e del prestito;
promuovere atteggiamenti di tutela e di rispetto del libro imparando a condividere e a conservare intatto il patrimonio scolastico.

Oltre alla consultazione e al prestito, il progetto prevede l’utilizzo della biblioteca per letture animate, laboratori di scrittura creativa, costruzione di libri cartacei e digitali, partecipazione a concorsi ed iniziative volte a promuovere la passione della lettura e a valorizzare la biblioteca scolastica e il suo patrimonio librario, la collaborazione con le librerie e le biblioteche del quartiere.

A SCUOLA DI SOLIDARIETA’

Progetto in collaborazione con la comunità di S. Egidio, rivolto alle classi quarte e quinte.
Prevede una esperienza di collaborazione attiva da parte di ogni gruppo classe presso la casa della comunità di via Astura, nella preparazione della cena per i senza fissa dimora. Il percorso continua con un resoconto dell’esperienza attraverso disegni, riflessioni scritte, cartelloni, da presentare ai genitori nelle giornate di visibilità di fine anno.
Finalità dell’iniziativa è promuovere la solidarietà e la compartecipazione alla situazione di disagio di persone in difficoltà, il clima di amicizia e lo spirito di collaborazione nella classe attraverso un’attività cooperativa e il superamento di pregiudizi.

LABORATORIO SCIENTIFICO

Per la costruzione di percorsi didattici che collochino il bambino al centro del processo formativo e lo rendano soggetto attivo risulta fondamentale predisporre strumenti di ricerca e costruire contesti che facilitino, supportino e stimolino le sue capacità logiche, di osservazione, analisi e deduzione, secondo il modello del metodo scientifico. Pertanto la scuola primaria propone lo studio delle scienze naturali attraverso una didattica laboratoriale. A tal fine ha predisposto uno spazio dedicato, un “laboratorio”, nel quale gli alunni possano sperimentare concretamente, attraverso l’uso di strumenti specifici, i fenomeni naturali. Il corredo del laboratorio è costituito da una strumentazione di base utile per l’osservazione e la realizzazione di esperimenti relativi al curricolo delle scienze, dalla classe prima alla classe quinta della scuola primaria, a disposizione di entrambi i plessi. “La gioia nell’ osservare e nel comprendere è il dono più grande della natura” (Albert Einstein).

RE E REGINE TRA I BANCHI DI SCUOLA

Il gioco degli scacchi, in equilibrio tra scienza e arte, gioco e sport, è un’attività che si adatta a persone di tutte le età e di qualunque formazione culturale. Il linguaggio degli scacchi favorisce l’interazione sociale perché pone il soggetto di fronte alla necessità di tenere conto del punto di vista dell’altro. Il bambino tende a considerare il proprio punto di vista, unica possibilità per raggiungere un determinato scopo. In una partita a scacchi impara a tenere conto dell’altro perché a ogni sua mossa corrisponde la contromossa dell’avversario. Questo contribuisce a superare anche ogni barriera linguistica, culturale e religiosa. Considerati all’interno delle scuole come materia extracurricolare, da qualche anno, grazie anche alla spinta del MIUR e della Federazione Scacchistica Italiana, gli scacchi vengono proposti anche in orario curricolare. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha stipulato con la FSI un protocollo d’intesa volto a diffondere i valori dello sport veicolati dalla disciplina degli scacchi. L’apprendimento della tecnica elementare del gioco rappresenta uno strumento che facilita la maturazione del bambino favorendo la crescita delle sue facoltà logiche, divertendolo nello stesso tempo. Il progetto in questione propone, attraverso il gioco, di sviluppare le capacità di intuizione e previsione, concentrazione, memoria e progettazione. Favorisce i processi di socializzazione, sviluppa capacità di collaborazione e partecipazione nel rispetto delle regole della convivenza democratica. Rafforza l’autostima, favorisce l’apprendimento perché sviluppa le attitudini di base: astrazione, concentrazione, strategia, tenacia, creatività. Obiettivi specifici del progetto sono:

Sviluppare il senso di riflessione e il senso critico

Imparare che la soluzione di un problema può prevedere strategie diverse

Sviluppare il pensiero computazionale attraverso la pianificazione strategico-tattica e l’esecuzione tecnica sulla scacchiera

Trasferire i riferimenti topologici dalla scacchiera alla cartina geografica

Il progetto è realizzato da insegnanti esperti e qualificati, trattandosi di Istruttori Federali della Federazione Scacchistica Italiana.

IL MONDO E' UN GRAN TEATRO

Il progetto s’inserisce nella didattica delle classi partecipanti. L’operatore esterno insieme ai docenti deciderà il percorso da affrontare con particolare
attenzione al tessuto sociale e culturale del gruppo. La conoscenza e la pratica del teatro, con la sua interdisciplinarità, diverranno strumento trasversale di apprendimento e di crescita.
Il Teatro offre un’occasione protetta per far uscire allo scoperto le proprie emozioni, per mettersi in gioco e per socializzare. 
OBIETTIVI
Il progetto teatrale “Il Mondo è un gran Teatro” non ha il solo scopo della recita dello spettacolo finale ma ha come obiettivo principe la crescita emotiva e culturale del singolo bambino e del gruppo al quale esso appartiene. Attraverso la recitazione, l’interpretazione e gli esercizi di improvvisazione i giovani uomini e le giovani donne del domani approderanno sul palcoscenico della vita con una maggiore concentrazione ed energia; perché la libertà d’espressione nel gioco del teatro ha le sue regole che ben si rispecchiano nelle leggi della società: ascoltare, partecipare, condividere, riconoscere ed educare le proprie emozioni. Il bambino sperimenterà l’espressività della sua voce e del suo corpo, condurrà la sua
curiosità nella scoperta e definizione del suo IO all’interno del gruppo, affrontando e conoscendo le diverse emozioni che lo animano nello spazio che lo circonda.
 
TRE CIVETTE SUL COMO'
 
Nella scuola primaria, tappa fondamentale nella crescita di ogni persona, l'esperienza teatrale assume una grande importanza perchè permette agli insegnanti di svolgere un percorso interdisciplinare nel quale possono essere coinvolti i vari ambiti del sapere.
Obiettivo principale è quello di dare ai bambini la possibilità di esprimersi e sperimentare, attraverso un processo creativo che coinvolge i sensi e le emozioni e permette di entrare in relazione con se stessi e con gli altri in modo più consapevole, attraverso uno strumento di comunicazione complesso e completo come il teatro.
Anche quest'anno il percorso sarà caratterizzato dall'integrazione di musiche, canzoni e picole coreografie, che stimoleranno i bambini alla partecipazione attiva e alla cooperazione, ognuno con le proprie qualità e potenzialità artistico-espressive.
quest'anno è stata scelta la storia di "Mowgli e il libro della Giungla" perchè accompagna i bambini in un mondo fantastico immerso nella natura. Attraverso la storia dei diversi personaggi, i bambini imparano le regole della Giungla e il rispetto dell'ambiente da parte dei suoi abitanti.
 
MAGIA DELL'OPERA
 
Il 2018 è l'anno Rossiniano: il progetto Rossini150 ha dato il via alle celebrazioni per i 150 anni dalla scomparsa del Maestro Pesarese.
Per onorare la ricorrenza, Magia dell'Opera® propone l'irresistibile capolavoro buffo IL TURCO IN ITALIA.
Sarà proprio Gioachino, nelle vesti del poeta Prosdocimo, a guidare i ragazzi nell'avventuroso viaggio del Turco tra amori e litigi, capricci e botte, fughe e travestimenti: un viaggio alla scoperta della bellezza dell'opera lirica.
Il percorso di Magia dell’Opera® offre ai docenti le competenze di base sulla didattica del teatro musicale e permette agli allievi di scoprire il mondo dell’opera e di imparare ad amarlo attraverso un’esperienza ludica e partecipativa: sviluppano l’ascolto e la comprensione del linguaggio universale della musica, vivono l’emozione di cantare sul palco in una "prova generale" insieme agli interpreti, assistono partecipando attivamente allo spettacolo finale.
Il progetto si rivolge alle scuole e coinvolge allievi e docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado con l'obiettivo di offrire alla Scuola un percorso conoscitivo che valorizza il potenziale educativo dell’opera come scuola dei sentimenti e delle emozioni il cui valore formativo non si limita alle competenze specialistiche ma si estende alla sfera generale dell’educazione dei giovani e alla crescita armonica della loro personalità.
La metodologia didattica è caratterizzata da un approccio ludico a misura di bambino che stimola la partecipazione attiva e favorisce l'apprendimento dell’opera attraverso il “gioco” e il “fare”. L’allievo è al centro del processo di apprendimento e scopre l’opera e i suoi linguaggi poetici, musicali e scenici in modo naturale; il bagaglio di conoscenze acquisite nel percorso nella tappa finale si traduce in un'emozionante esperienza diretta assistendo e partecipando alla rappresentazione in teatro dell'opera.
 
SCUOLA INCANTO
 
Il progetto Scuola InCanto quest’anno farà scoprire a studenti e docenti della scuola dell’obbligo una tra le opere più celebri del melodramma italiano: Turandot di Giacomo Puccini.
In un tempo indefinito, fra gli imponenti paesaggi della Cina imperiale, tra intrighi e coraggio, la crudele e bellissima Turandot, figlia dell’imperatore Altoum, è decisa a rifiutare tutti i pretendenti che chiedono la sua mano sfidando il loro ingegno con tre enigmi impossibili da risolvere.
Europa InCanto per la prima volta affronta il repertorio pucciniano che gli studenti impareranno a conoscere grazie a seminari, incontri e laboratori incentrati sulla pratica corale. Il percorso di Scuola InCanto coinvolge con entusiasmo e semplicità gli alunni grazie al suo metodo didattico: momenti giocosi e divertenti sono infatti capaci di introdurli allo studio del canto in maniera stimolante, soprattutto tramite l’utilizzo di strumenti specifici che li accompagnano e li appassionano al mondo dell’opera lirica.
Terminato il percorso formativo in aula gli studenti partecipano attivamente al laboratorio/spettacolo finale, indossando i costumi da loro stessi realizzati, in un vero Teatro insieme ai cantanti professionisti e all’Orchestra EuropaInCanto, diretti da un direttore d’orchestra! Un’esperienza unica in cui gli alunni sono coinvolti nella messinscena dell'Opera.
 
 
SCIENZIMPRESA
 
Con l'ottava edizione del progetto di Divulgazione “La Scienza Intorno a Voi!” ScienzImpresa offre numerosi corsi che prevedono una prima parte teorica e una seconda parte prettamente laboratoriale in cui i piccoli scienziati dovranno cimentarsi con esperimenti e attività manuali.
Obiettivo principale di tutti i corsi è fornire agli studenti gli strumenti conoscitivi necessari ad acquisire proprietà di linguaggio e capacità di analisi delle tematiche scientifiche affrontate, prestando specifica attenzione al ragionamento scientifico.
Grazie all’utilizzo di presentazioni multimediali accattivanti, esperimenti e materiale didattico progettato e realizzato appositamente per ogni lezione, i ragazzi avranno modo di vivere un’esperienza unica e irripetibile!
Il progetto si propone di presentare la Scienza nelle scuole in modo più accattivante e coinvolgente, con un metodo alternativo e complementare alla didattica curricolare, basato sulle attività di laboratorio. Gli studenti vengono introdotti nel mondo della Scienza con un metodo che, a partire dalle conoscenze teoriche, porta i partecipanti a sperimentare direttamente i fenomeni naturali, acquisendo un metodo di studio utile nei successivi livelli d'istruzione. Durante il corso vengono apprese conoscenze teoriche di base e si sviluppano competenze legate al metodo scientifico. 

PROGETTO CONTINUITA’ 

GIORNALINO D’ISTITUTO

VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

PROGETTO CONTINUITA’ 

GIORNALINO D’ISTITUTO

VETRINA DELLE ATTIVITA' ALL'INTERNO DEL SITO

RI-CREABILMENTE

Il progetto “Ri-creabilmente” ha come obiettivo quello di realizzare oggetti di largo consumo partendo dal riuso e dal riciclo di materiali differenti al fine di trasformare il rifiuto in una risorsa.
L’attività intende sviluppare nei ragazzi la capacità di pianificare ed organizzare un lavoro e le sue fasi, sviluppare la collaborazione tra i compagni, far conoscere agli alunni realtà formative che potrebbero diventare in futuro esperienze lavorative, accrescere l’autostima recuperando un interesse per alunni demotivati allo studio.
Tutti gli oggetti prodotti dai ragazzi vengono poi presentati nei mercatini scolastici di Natale e di fine anno.
L’attività si svolge sia in orario curricolare che extracurricolare.

LABORATORIO MUSICALE

 Il progetto “Laboratorio Musicale” è iniziato nel 2004 e consiste in  esercitazioni  strumentali di musica d'insieme che prevedono le esibizioni pubbliche delle varie scolaresche in diversi momenti dell'anno scolastico.

Obiettivi annuali:

  • Accoglienza musicale delle matricole entranti il primo giorno di scuola
  • Lezioni aperte ai genitori degli alunni di tutte le classi nel laboratorio musicale due volte l'anno: a dicembre e a maggio
  • Campagna di autofinanziamento per la manutenzione e incremento dello strumentario didattico musicale, nonché degli arredi laboratoriali durante il secondo quadrimestre.

Contenuti:
Studio ed esecuzione strumentale  di repertorio moderno e classico, incentivando soprattutto l'ascolto e riproduzione della musica ascoltata dai ragazzi nel loro quotidiano, creando un aggancio reale e consapevole alla loro realtà musicale "generazionale".
Il tutto si svolge nell'ambito delle ore curriculari, previste per ogni classe.

PROGETTO BIBLIOTECA

Progetto biblioteca per avvicinare ad una lettura attiva e consapevole.

POTENZIAMENTO LINGUE STRANIERE LATINO MATEMATICA

Progetti di potenziamento delle materie sopraindicate e delle lingue straniere con la presenza di docenti madrelingua.

PROGETTI SPORTIVI

E’ prevista la partecipazione degli alunni a maratone, corse, tornei, meeting attraverso il coinvolgimento di giornalisti sportivi e campioni, associazioni: Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, Federazione Italiana Pallavolo, Federazione Italiana Atletica Leggera, Club Atletico Centrale.

I progetti in questione hanno come obiettivo principale il praticare attivamente i valori sportivi come modalità di relazione quotidiana e di rispetto delle regole, la capacità di integrarsi nel gruppo, di assumere responsabilità e di impegnarsi nel bene comune, gestire in modo consapevole le situazioni competitive e affrontare situazioni che favoriscano processi di crescita fisica, psicologica, emotiva e sociale.

Ultime Circolari e Avvisi

Ultime comunicazioni scuola-famiglia